Raccordo dritto doppio a Pressare TDMBRASS - art. 1640
  • Nuovo
Revisione(0)
2,46 €
Raccordo curvo femmina a Pressare TDMBRASS - art. 1670
  • Nuovo
Revisione(0)
2,38 €
Raccordo curvo maschio a Pressare TDMBRASS - art. 1675
  • Nuovo
Revisione(0)
5,08 €
Raccordo gomito femmina con staffa a Pressare TDMBRASS - art. 1680
  • Nuovo
Raccordo tee a Pressare TDMBRASS - art. 1645
  • Nuovo
Revisione(0)
9,45 €
This is Caption
Our Latest News

linee guida e consigli utili per un Impianto di irrigazione del prato: posizionamento degli irrigatori

linee guida e consigli utili per un Impianto di irrigazione del prato: posizionamento degli irrigatori

Prima di iniziare: dati alla mano

La prima informazione necessaria è il disegno del giardino in scala: bisognerà riportare le dimensioni del giardino su un foglio, meglio se di carta millimetrata, misurando con un metro tutti i lati.

Esempio:

La seconda informazione fondamentale è la quantità d’acqua disponibile, di seguito nominata come portata, e la pressione dell’acqua.

Per determinare la prima informazione, ovvero la portata, bisogna seguire una procedura molto semplice: basterà munirsi di un contenitore – un comune secchio andrà benissimo – di volume noto e cronometrare quanto tempo impiega la presa d’acqua dove si collegherà l’impianto d’irrigazione a riempire il secchio. Per non incorrere in malfunzionamenti dell’impianto si consiglia di avere una portata minima di 25 l/min.

Esempio:
Volume secchio: 5 litri
Tempo di riempimento: 10 secondi
Portata: [ 5 litri / 10 secondi ] x 60 = 30 l/min

Esempio:
Lettura del manometro: 2.8 ai 3.0 bar

Progettazione e installazione dell’impianto: i passaggi

1) SCELTA DELL' IRRIGATORI

Per avere un prato bello è necessario disporre gli irrigatori in modo corretto coprendo tutte le aree durante l’irrigazione.
Di seguito troverai una guida per disporre gli irrigatori da giardino a scomparsa con un impianto interrato.

2) DISTRIBUZIONE DEGLI IRRIGATORI

Misura il giardino e le zone limitrofe e disegna tutto su una carta millimetrata

Esempio:

IRRIGATORE HUNTER PS ULTRA CON GITTATA DA 4,6 MT

Considerando che l’irrigatore avrà un getto di 4,6 mt a destra e 4,6 mt a sinistra, posizionerà l’irrigatore a circa 4 mt


3) SUDDIVISIONE IN ZONE

A meno che il tappeto erboso non sia di dimensioni estremamente ridotte, è necessario dividere le portate totali degli irrigatori per la portata a nostra disposizione, ridotta di circa il 10%-15% per garantire il corretto funzionamento dell’impianto.

Esempio:
Nel nostro esempio gli irrigatori statici consumano complessivamente 47 l/min, mentre gli irrigatori dinamici consumano complessivamente 40 l/min. La portata a disposizione è 30 l/min, da diminuire per sicurezza a 25 l/min.

Per la suddivisione in zone ti consigliamo

centraline per Esterno HunterOrbit

centraline per Interno Hunter - Orbit - Solem - Rain bird

4. SCAVI

A questo punto sarà giunto il momento di rimboccarsi le maniche e scendere in campo: per installare l’impianto d’irrigazione bisognerà scavare i percorsi delle tubazioni e l’area del pozzetto in prossimità dell’attacco dell’acqua, con una profondità di 30-40 cm.

5. SISTEMAZIONE DEI COMPONENTI

Una volta effettuati gli scavi, sarà il momento di stendere i tubi negli incavi del terreno collegando gli spezzoni di tubo tra di loro con i raccordi e successivamente installare gli irrigatori seguendo il progetto.

6. POZZETTO ED ELETTROVALVOLE

Infine basterà posizionare il collettore delle elettrovalvole collegando l’ingresso del collettore alla presa dell’acqua e le elettrovalvole alle tubazioni delle zone.